[googlemaps https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m18!1m12!1m3!1d2799.638651492865!2d10.989411914972928!3d45.4367850432943!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!3m3!1m2!1s0x477f5f443ff71301%3A0x6aa5413e56c17aa5!2sPiazza+Cittadella%2C+1%2C+37122+Verona+VR!5e0!3m2!1sit!2sit!4v1490864675366&w=600&h=450]
Home / comunicato / GRIGOLINI: “NON HO MAI DETTO NO A ELTON JOHN IN ARENA PERCHE’ GAY”

GRIGOLINI: “NON HO MAI DETTO NO A ELTON JOHN IN ARENA PERCHE’ GAY”

 

COMUNICATO STAMPA

GRIGOLINI: “NON HO MAI DETTO NO A ELTON JOHN IN ARENA PERCHE’ GAY.

FALSE LE PAROLE ATTRIBUITEMI NEL TITOLO DELL’ARTICOLO DEL CORRIERE DI VERONA. STERILE LA POLEMICA SOLLEVATA AD HOC.

RESTA LA DENUNCIA PER L’UTERO IN AFFITTO CON CUI L’ARTISTA HA COMPRATO DUE BAMBINI”.

Verona, 8 marzo 2018 – In riferimento all’articolo apparso sul quotidiano locale Corriere di Verona in data 7 marzo (pag. 12) circa l’opportunità o meno della tappa veronese in Arena dell’artista inglese Elton John nel 2019 (si badi bene, nel 2019!) preme precisare quanto segue:

“Come già rettificato questa mattina sulle pagine del Corriere di Verona, torno ad evidenziare che le parole a me attribuite nel virgolettato del titolo: «Sposato con un uomo e padre. Avrei vietato l’Arena a Elton Jonh» – sottolinea Filippo Grigolini, presidente del Popolo della Famiglia di Verona e coordinatore Veneto del Popolo della Famiglia –  non sono mai state pronunciate al giornalista che mi ha interpellato. L’artista non è in discussione né desidero entrare nel merito delle sue inclinazioni sessuali.

Nel giorno della festa della donna ribadisco invece la posizione espressa: come ben evidenziato nell’articolo, la questione è lo sfruttamento dell’utero femminile che ad oggi è ancora reato in Italia: pratica disumana cui l’artista è ricorso pur di avere un figlio (anzi due) a tutti i costi. Due bambini che non avranno mai la loro madre, non perché morta o scomparsa ma perché entrambi sono stati venduti al momento del parto. Questo, a mio parere, è inaccettabile e profondamente ingiusto per i bambini e per le donne. Sì, inaccettabile anche per le femministe!

Se Elton John possa o meno cantare in Arena è una scelta che spetta al Sindaco e all’Amministrazione comunale, non a me o al mio Movimento.

A noi tener desta l’attenzione su alcuni temi gravissimi che anche in Italia si vorrebbero far passare come norma. Si è voluto creare ad arte una polemica sterile. Ed è singolare che questo accada a ridosso di un post voto che ha reso ingovernabile il Paese. Ma ben venga se questo serve a riportare all’attenzione pubblica temi gravissimi come l’utero in affitto, proprio nel giorno dell’8 marzo.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top