[googlemaps https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m18!1m12!1m3!1d2799.638651492865!2d10.989411914972928!3d45.4367850432943!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!3m3!1m2!1s0x477f5f443ff71301%3A0x6aa5413e56c17aa5!2sPiazza+Cittadella%2C+1%2C+37122+Verona+VR!5e0!3m2!1sit!2sit!4v1490864675366&w=600&h=450]
Home / comunicato / Partono i circoli provinciali del Popolo della Famiglia – Verona

Partono i circoli provinciali del Popolo della Famiglia – Verona

Il Popolo della Famiglia, verso le elezioni del 2018, cresce in tutta la Provincia

 

Verona, sabato 25 novembre 2017 – Il Popolo della Famiglia non lascia e rilancia!

Pochi mesi dopo le elezioni amministrative e nell’imminenza delle elezioni politiche del 2018, il movimento nato dal Family Day e fondato da Mario Adinolfi e Gianfranco Amato, lancia in città e provincia nuovi circoli territoriali: a Verona est, Verona Sud, Isola della Scala, Villafranca, Zevio, Legnago.

«Oggi qui sono presenti molti nuovi responsabili: da Legnago con Andrea Pucci, Isola della Scala con Francesca Patuzzi, Zevio con Mirco Ghirlanda già candidato sindaco per il PDF lo scorso maggio, Elena Fasoli, Vice presidente dell’ottava circoscrizione e referente per il circolo Verona-est, Berardo Taddei responsabile del circolo di Verona Sud, Francesco Giacopuzzi per Villafranca e Bussolengo con Marco Salvetti dove, il 13 dicembre arriverà il segretario nazionale Gianfranco Amato. Altri stanno nascendo, da San Bonifacio a Bosco Chiesanuova fino al Lago di Garda».

«A Verona sono venuto ad abbracciare i dirigenti del Popolo della Famiglia, Filippo Grigolini in primis, che hanno già dimostrato l’importante consenso che il Pdf ha in città. Abbiamo presentato a Verona e Zevio “O capiamo o moriamo”, la nostra Proposta per l’Italia con cui entreremo in Parlamento e rappresenteremo direttamente quelle istanze che i vecchi partiti anche del centrodestra hanno deciso di tradire» ha affermato Mario Adinolfi, presidente nazionale del Popolo della Famiglia, impegnato in Veneto in questi giorni per la campagna elettorale.

«Un radicamento importantissimo» ha concluso Adinolfi «che ci permetterà di dialogare con quel civismo locale, sempre più in opposizione alle logiche spartitorie della vecchia politica, e di offrire una vera alternativa politica, autonoma, di ispirazione cristiana, che accoglie persone di buona volontà sui principi essenziali»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top