[googlemaps https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m18!1m12!1m3!1d2799.638651492865!2d10.989411914972928!3d45.4367850432943!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!3m3!1m2!1s0x477f5f443ff71301%3A0x6aa5413e56c17aa5!2sPiazza+Cittadella%2C+1%2C+37122+Verona+VR!5e0!3m2!1sit!2sit!4v1490864675366&w=600&h=450]
Home / comunicato / Un vero plebiscito referendario che non potrà essere ignorato

Un vero plebiscito referendario che non potrà essere ignorato

COMUNICATO STAMPA

Un vero plebiscito referendario che non potrà essere ignorato

Verona, 23 ottobre 2017 – “É fallito miseramente il tentativo di disinnescare il referendum in Veneto da parte dei grandi potentati mediatici, politici ed economici. Nemmeno l’accentuazione dello scontro interno alla Lega, nel dualismo Zaia-Salvini, ha fermato i veneti dal chiedere maggiore rispetto e valorizzazione delle sue capacità e delle sue forti tradizioni culturali” così Filippo Grigolini, Coordinamento Veneto del Popolo della Famiglia.

Un vero “plebiscito” referendario in cui il Popolo della Famiglia ha creduto sin dall’inizio. Non nella logica del privilegio e dell’isolamento perché il Veneto ha una grande storia, strettamente legata all’unità della Nazione, per la quale i nostri padri hanno combattuto e sono morti. Nessuna volontà separatistica: il Pdf non guarda al caso distruttivo della Catalogna.

“Il Veneto ha dimostrato intelligenza anche nel dato di affluenza quasi sovrapponibile a quello del referendum costituzionale del dicembre 2017 (2.328.948 votanti di oggi contro 2.835.027 di allora) miseramente fallito da Renzi e che all’epoca vide un dispendio di ingenti risorse durato 6 mesi (rispetto all’attuale durato poche settimane) che non portò a nulla se non alle sue dimissioni” ha continuato Grigolini.

Il Popolo della Famiglia ha combattuto la battaglia referendaria perché è fortemente convinto che la difesa dei valori di solidarietà e della famiglia non può prescindere da una sana politica della gestione del territorio e delle risorse pubbliche, attuando il principio di sussidiarietà.

Il Popolo della Famiglia è vicino alla gente, fa parte della gente perché nasce dalla gente, dalle famiglie con figli che stanno ancora vivendo una crisi che in Veneto è stata drammatica: centinaia di imprese hanno chiuso, imprenditori si sono tolti la vita per la disperazione di non potere pagare gli operai. Nel silenzio della politica che da troppo tempo considera il Veneto un territorio di “seconda classe” e per questo per nulla o male rappresentato.

Ora i veneti hanno alzato la testa, chiedendo a gran voce una maggiore autonomia amministrativa e nell’allocazione delle risorse fiscali, in attuazione dei principi di sussidiarietà sanciti dalla Costituzione (art. 118). L’obiettivo é di smettere di accettare supinamente i privilegi accordati per decenni alle regioni inefficienti nella logica, quella sì del privilegio, del clientelismo e dello spreco delle risorse pubbliche.

 

Filippo Grigolini – Coordinatore Veneto Popolo della Famiglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top