[googlemaps https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m18!1m12!1m3!1d2799.638651492865!2d10.989411914972928!3d45.4367850432943!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!3m3!1m2!1s0x477f5f443ff71301%3A0x6aa5413e56c17aa5!2sPiazza+Cittadella%2C+1%2C+37122+Verona+VR!5e0!3m2!1sit!2sit!4v1490864675366&w=600&h=450]
Home / amministrative 2017 / Veronasera 2 giugno 2017: Filobus, Grigolini: “Ha una copertura economica o sarà fonte di debiti?”

Veronasera 2 giugno 2017: Filobus, Grigolini: “Ha una copertura economica o sarà fonte di debiti?”

„Il candidato sindaco del Popolo della Famiglia ha ancora molti dubbi sull’opera e anche sull’acquisto di Fnm del 50% di Atv. “È stata un’operazione davvero trasparente?”

Due buone notizie: il rinnovo del parco autobus di Atv e il procedere dei lavori per la creazione del filobus. Nel primo caso si tratta di un massiccio investimento economico da 18 milioni di euro che porterà all’acquisto di una sessantina di nuovi bus. Mentre il secondo è stato confermato in occasione della presentazione del logo Opera Filobus.

Belle notizie che però non dirimono i dubbi del candidato sindaco del Popolo della Famiglia Filippo Grigolini. “Ci piacerebbe capire se il filobus è coperto da un piano economico-finanziario oppure se per i cittadini veronesi è fonte sin da oggi di debiti enormi fuori controllo – ha detto Grigolini – Sappiamo che il filobus costerà 143 milioni di euro, e che il contributo statale di 85,8 milioni sarà erogato soltanto se il Comune e le aziende di trasporto finanzieranno la parte residua pari a 57 milioni di euro. Vorremmo quindi sapere come questi fondi necessari per il filobus trovano copertura economica, considerato che Atv ha per questo sottoscritto con Amt il contratto del maggio 2010, con l’impegno a versare ogni anno ad Amt una somma fino a 2,75 milioni per 20 anni (totale 55 milioni), per rimborsare i mutui per l’opera. Ci domandiamo se è vero che la perizia giurata della Provincia di Verona approvata nell’agosto 2016 per la vendita del 50% di Atv ai nuovi soci milanesi di Ferrovie Nord non ha menzionato, tra i debiti di Atv, questo contratto con Amt, fondamentale per l’equilibrio economico finanziario del filobus, nonché previsto nel piano approvato dal Consiglio comunale. E ci chiediamo anche: c’è stata trasparenza con l’operazione societaria di Ferrovie Nord, che ha pagato 21 milioni di euro il 50% della quota di Atv?“.

Leggi l’articolo su http://www.veronasera.it/cronaca/filobus-grigolini-2-giugno-2017.html

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top