[googlemaps https://www.google.com/maps/embed?pb=!1m18!1m12!1m3!1d2799.638651492865!2d10.989411914972928!3d45.4367850432943!2m3!1f0!2f0!3f0!3m2!1i1024!2i768!4f13.1!3m3!1m2!1s0x477f5f443ff71301%3A0x6aa5413e56c17aa5!2sPiazza+Cittadella%2C+1%2C+37122+Verona+VR!5e0!3m2!1sit!2sit!4v1490864675366&w=600&h=450]
Home / comunicato / Il Popolo della Famiglia – Verona sull’esito del referendum costituzionale

Il Popolo della Famiglia – Verona sull’esito del referendum costituzionale

Il Popolo della Famiglia – Verona sull’esito del referendum costituzionale

Il Popolo della Famiglia esprime soddisfazione per il risultato di questo forzato referendum costituzionale per almeno tre motivi:

1) gli italiani hanno ristabilito che le regole si cambiano insieme e con proposte idonee;

2) qualsiasi sia il vincitore delle prossime elezioni, è scongiurato il rischio di un eccessivo accentramento di poteri;

3) se si vuol fare ripartire l’Italia è urgente un nuovo impegno politico, che affronti tutti i settori ripartendo dalla centralità della persona e della famiglia naturale per tutta la società.

A livello locale decade finalmente l’ipotesi del terzo mandato del sindaco Tosi, perché è venuto meno l’ipotetico garante della contropartita, Matteo Renzi, ma ancor prima perché sarebbe stata l’ennesima inaccettabile prepotenza pretendere di cambiare le regole con “leggi ad personam” e a proprio esclusivo vantaggio. Ci si augura che l’esito del referendum sia anche la fine della politica del “do ut des”, del dare per avere.

Ora la politica può tornare ad un dialogo più sereno, centrato sui problemi reali della città. Genitori senza lavoro, famiglie senza casa nonostante la cementificazione selvaggia, nuove generazioni senza certezze per il loro futuro… elementi, mixati ad una immigrazione incontrollata e destabilizzante, ai quali dare la massima priorità.

Il Popolo della Famiglia lavora per rendere prioritari questi temi nell’agenda politica di Verona e dell’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top